Trucco Bellezza I segreti del make-up

Colori Primari
I colori primari sono il rosso, il blu ed il giallo.
I colori primari non sono generati da nessun altro colore.

Colori Secondari
I colori secondari sono frutto dell’associazione fra parti uguali di due colori primari.

I colori secondari sono quindi:
il verde formatosi dall’associazione giallo + blu
il viola formatosi dall’associazione blu + rosso
l’arancio formatosi dall’associazione giallo + rosso.

Colori Complementari
Dalle precedenti suddivisioni si possono ottenere le coppie di colori complementari, ovvero le coppie composte da un Primario e dal Secondario ottenuto dalla mescolanza degli altri due colori primari.

Quindi le coppie dei colori complementari sono:
rosso e verde rammentiamo che il verde e’ dato dal giallo + blu
giallo e viola rammentiamo che il viola e’ dato dal blu + rosso
blu e arancio rammentiamo che l’arancio e’ dato dal giallo + rosso.

I colori complementari accostati al primario al quale si riferiscono, danno il massimo del contrasto cromatico; sono quindi aggressivi e di difficile visualizzazione e lettura, creando anche un effetto tremolio all’occhio di chi li osserva.

Colori Caldi
I colori caldi sono: il Giallo, l’Arancio ed il Rosso e le loro relative sfumature.

Colori Freddi
I colori freddi sono: il Blu, il Viola ed il Verde e le loro relative sfumature.

Colori Terziari
I colori Terziari sono le sfumature dei colori secondari.

coloriteoria

Annunci

Truccare un volto non vuol dire solo colorare e stuccare, coprendo una pelle impura e i difetti, la base per un trucco perfetto è la pulizia della pelle ogni giorno e poi conoscere e usare i prodotti giusti adeguati al proprio tipo di pelle.
Il trucco è l’arte di accentuare i pregi e nascondere i difetti delle forme poco proporzionate del viso con luminescenti ed ombregiatori e poi accostare colori a seconda del colore di pelle, del colore dei capelli e degli occhi e soprattutto rispecchiare la propria personalità.
Aiutiamoci con lo specchio:
Esaminare la linea del viso: ovale, tondo, quadrato, a diamante, triangolare etc ed il colorito: olivastro, roseo, pallido, con couperose, cicatrici,acne,etc.
Esaminare le forme contenute ne viso e le distanze:
Fronte alta, spaziosa, piccola o sfuggente, larga, stretta etc.
Distanza delle sopracciglia, forma, peli superflui,  linearità, lunghezza, etc
Occhi sporgenti, incavati, distanti, vicini, all’insù, all’ingiù, etc.
Palpebre cascanti o piccole, spaziose, etc.
Zigomi: Alti, pronunciati, piccoli o a scomparsa, etc.
Guance scavate o tonde, etc.
Naso: Largo, piatto, lungo, sottile, a patata, aquilino, gibboso, lineare, etc
Bocca: Sottile, carnosa, piccola, larga, a cuore, angoli su o giu, etc.
Mento: Grande e pronunciato, piccolo o sfuggente, rotondo o quadrato, etc.
Collo: Sottile e lungo, corto, taurino,etc.
Guardatevi con attenzione potete aiutarvi con una matita e misurare le distanze in base ai canoni della bellezza, ad esempio le proporzioni degli occhi e la bocca come la lunghezza devono essere uguali, le sopracciglia devono partire dove inizia l’occhio.

anatviso
Dipende dal senso delle proporzioni, se lo avete è fatta altrimenti, continuate a seguire i prossimi post.

I rossetti  generalmente, sono formati da eccipienti a base di grassi derivati del burro, da lanolina, olii induriti, olio di ricino ecc.e da cere naturali o sintetiche, paraffina vaselina, ceresina. Molti sono i colorati e fissatori contenuti per dare colore e tenuta, come lo iodio, i bromoderivati e la fluorescina. I rossetti possono anche contenere lacche colorate e lacche sintetiche con supporti minerali come sali di bario, sali di calcio e di alluminio, i colori solubili grassi e pigmenti come il biossido di titanio.
Ci sono poi gli additivi che comprendono i riempitivi minerali, i solventi per bromoacidi ed inoltre contengono disperdenti, idrorepellenti, aromi, conservanti, protettivi per le labbra come ad esempio il sitosterolo. I rosseti liquidi sono composti maggiormente da vernici a solvente volatile o grasso.
Gli emolienti sono composti da eccipienti di tipo grasso e cere e sono utili per le screpolature. Rossetti antietà a cui vengono aggiunti vitamine e sostanze nutrienti.

Noi vediamo le forme attraverso la luce che riflette sui contorni. Questo si chiama effetto ottico.
Utilizzare il chiaro scuro è la tecnica di base per il make-up.
Come ben sappiamo il chiaro crea una sensazione di prominenza ed allarga le superfici, mentre lo scuro rimpicciolisce e stringe le superfici.
Con questa tecnica si s’interviene su molti inestetismi ed è facile far apparire le parti truccate distanziate, abbassate, alzate, sporgenti, incavate, larghe e strette, dove occorre. I volumi si possono plasmare fondendo il chiaro e lo scuro, per dare profondità o minor spessore.
Ricordandoci di usare colori opachi, a meno che non si vogliano ottenere make-up fotografici o per serate speciali dove si sceglie di brillare sfiorati ad esempio dalle luci delle discoteche.
Gli ombregiatori e gli illuminatori ovviamente sono dei prodotti  appositi che si possono trovare dai migliori rivenditori, i colori generalmente sono opachi e possono essere cremosi e in polvere. Quelli cremosi si utilizzano dopo il fondotinta mentre quelli in polvere dopo la cipria.
Facciamo dei brevi esempi: In caso di un mento troppo pronunciato, si ombreggerà l parte centrale e apparirà più schiacciato, se vogliamo rendere un viso più sottile ombreggeremo i lati, se abbiamo un naso largo ombreggeremo i lati e illumineremo il cento.

Truccare gli occhi è la parte più difficile del make-up, è importantissimo studiare la forma dei contorni, la struttura delle palpebre, e come si adagia l’occhio nella cavità orbicolare. Le sfumature e i giochi di colore e di chiaroscuro devono essere studiate, come si fa per un dipinto.
Partiamo dal colore dell’ombretto, poi vedremo le forme e i chiaroscuri in un altro articolo.
Prima cosa stabiliamo il tipo di trucco se naturale o da sera  ossia più sofisticato.
Optando per il trucco naturale, scegliamo tonalità molto leggere e soprattutto accostiamoci ai colori dei nostri occhi, se ad esempio abbiamo occhiverdiombrettoverdegli occhi verdi sceglieremo un verde simile al occhiverdiombrettoerdvcolore del nostro iride e sfumeremo con un tono più chiaro di verde .

Se invece abbiamo optato per il trucco degli occhi colorato, ma raffinato,allora dobbiamo scegliere il colore complementare al nostro iride se ad esempio abbiamo gli occhi verdi il colore complementare potrebbe essere il viola.
occhiverdiomrettoviolaPoi sfumeremo con un pizzico di giallo oro per riscaldare appena o se vogliamo anche con un giallo freddo delicato per schiarire la parte appena sotto le sopracciglia. ovviamente dovremo giocare molto sui chiaroscuri ed enfatizzare lo sguardo con i colori.

Il colore ovviamente va deciso insieme alle nuance che useremo sugli occhi, ad esempio se abbiamo scelto colori con tonalità fredde, anche il rossetto avrà tonalità fredde. Mettiamo il caso che si sia optato per un viola o blu sugli occhi ecco che il rossetto sarà rosa freddo, ciclamino fuxia o viola per chi osa, anche con le tinte di ombretto sul verde grigio è bene optare per colori di rossetto freddi o il rosso deciso o cioccolata. Se avete scelto un ombretto dai colori caldi come il marrone, il terracotta o il dorato allora sarà bene un rossetto caldo aranciato, un bel marrone-terracotta con scintillane oro spoverato al centro delle labbra. Nel caso abbiate scelto colori delicati per gli occhi come il pesca o il beige, potete decidere se mettere in risalto la bocca con colori scuri caldi o chiari e naturali.

Ci sono regole fondamentali per avere labbra in piena salute, ben idratate e prive di screpolature.
Per evitare il formarsi delle squame evitare uso di dentifricio aggressivo e di rossetti inadatti ed evitare di asportare le pellicine a morsi, perchè questo favorisce nuova ricrescita.
Scegliere con cura i composti di ogni cosmetico, specie se è la chimica a prevalere eviterete  infezionei come la chelite, che è causata dall’intolleranza di coloranti e si manifesta con gonfiore, bolle e desquamazione, si dovrà curare con creme disinfettanti.
Cercate di acquistare rossetti a base naturale e curativi specie quelli che contengono la vitamina E e gli schermi contro i raggi del sole, infatti da una recente indagine, i rossett attraggono i raggi ultravioletti e stanno incrementando il rischio di cancro alle labbra.
Proteggete sempre le labbra con filtri solari e non pensate soltanto a questo quando siete sul lettino per la tintarella,  ma fatelo anche quando uscite di casa per lavoro o per acquisti, perchè il sole ci colpisce in gni momento.
I raggi del sole contribuiscono anche alla formazione di erpes.

Hanno visto il blog

  • 73.611 persone
Lifestyle Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Commenti recenti

Annunci